Cerca
Cerca
Jogg è l’erbicida sistemico e residuale a base di Flazasulfuron per il controllo delle infestanti.  La formulazione di qualità in granuli estremamente uniformi ed omogenei permette: minor rischio di polveri, eccellente solubilità in botte e ottimo assorbimento.
 
Jogg si impiega nelle prime fasi di sviluppo vegetativo delle malerbe: viene assorbito per via fogliare e radicale, e prontamente traslocato nei tessuti meristematici delle infestanti.
Colture autorizzate
Frutticole
Apri
Vite
Apri
Altre
Apri
Chiudi
Arancio
Chinotto
Limone
Pomelo
Arancio amaro
Clementino
Mandarino
Pompelmo
Bergamotto
Kumquat
Olivo
Tangerino
Cedro
Limetta
Chiudi
Vite da tavola
Vite da vino
Chiudi
Aree incolte
Vantaggio Jogg

Da 3 a 6 mesi di pulizia dalle infestanti

Vantaggio Jogg

Controllo elevato di numerose infestanti difficili

Vantaggio Jogg

Ottima solubilità e miscibilità in botte

Vantaggio Jogg

Confezione innovativa: più sicurezza e meno sprechi

L'innovativo dosatore

Jogg viene fornito insieme ad un innovativo dosatore volumetrico (Protect Dosage™) che assicura il buon utilizzo del prodotto.

Benefici:

  • migliora la sicurezza dell’operatore
  • misura in maniera più precisa la dose di prodotto da introdurre nella botte
  • evita sprechi di prodotto
  • riduce la contaminazione ambientale


Avversità, Dosi, Carenza

Specifiche

Scheda tecnica Compatibilità Avvertenze
N° e Data Registrazione 16785 del 30/07/2017
Categoria Erbicidi
Principio attivo FLAZASULFURON 25%
Classificazione ATTENZIONE
Formulazione GRANULI IDRODISPERSIBILI
Per le indicazioni di pericolo, i consigli di prudenza e le prescrizioni supplementari, si rimanda all'etichetta.
Formati e imballaggi
Formati disponibili 50 g - 200 g
Imballaggi 20 x 50 g - 10 x 200 g
Il prodotto è miscibile con preparati a base di glifosate. É compatibile con la maggior parte degli erbicidi: in caso di miscela estemporanea con altri formulati, effettuare comunque preventivamente un test di compatibilità fisico-chimica.
In caso di miscela con altri formulati, deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione, informare il medico della miscelazione compiuta.
  • Evitare che durante la distribuzione il prodotto giunga a contatto con colture vicine sensibili, anche sotto forma di deriva
  • Non  trattare  direttamente  l’apparato fogliare di vite, olivo e agrumi
  • Le attrezzature usate per il diserbo devono essere accuratamente e ripetutamente lavate prima di essere utilizzate per altri trattamenti antiparassitari
  • Allo scopo di evitare o ritardare la comparsa e la diffusione di malerbe resistenti, si consiglia  di  alternare  all'erbicida  prodotti  aventi  un  differente  meccanismo d’azione e adottare idonee pratiche agronomiche, quali ad esempio la rotazione colturale e la falsa  semina

Come e quando si usa

Su vite, agrumi e olivo i trattamenti devono essere effettuati in banda, lungo il sottofila, o in aree localizzate, su una superficie non superiore ad 1/3 di quella coltivata.

Vite: intervenire effettuando un trattamento sotto la fila tra fine inverno (febbraio) e inizio primavera alla dose di 160 g/ha. Utilizzare volumi d’acqua di 100-400 litri/ha. Può essere impiegato ad una dose ridotta (60-80 g/ha) in miscela con un preparato a base di glifosate.
Agrumi: effettuare un trattamento tra le piante alla dose di 160 g/ha, da aprile ad agosto. Utilizzare volumi d’acqua di 200-400 litri/ha. Può essere impiegato ad una dose ridotta (60-80 g/ha) in miscela con un preparato a base di glifosate.
Olivo: effettuare un trattamento tra le piante nel periodo ottobre-marzo, alla dose di 160 g/ha. Utilizzare volumi d’acqua di 200-400 litri/ha. Può essere impiegato ad una dose ridotta (60-80 g/ha) in miscela con un preparato a base di glifosate.

Per il diserbo di aree urbane e agricole non coltivate come terreni con impianti fotovoltaici, ruderi storici, cimiteri, piazzali, banchine stradali, effettuare un trattamento per stagione a 200 g/ha. Tempo di rientro: 6 ore.