Cerca
Cerca
APPROFONDIMENTI

L'eccellenza ha bisogno di solide basi

Per raccontare una storia di collaborazione vincente tra Bayer e l'Azienda Agricola Cazzola, l'AgroYouTuber Alessandro Aresi di Agri957 ha realizzato delle video-interviste. "Semina e diserbo del Mais", "Gestione del frumento" e "Raccolta del Mais" sono i temi dei tre episodi in uscita tra ottobre e dicembre sui suoi canali social.

In breve
L'Opera è un formaggio di alta qualità simbolo del Made in Italy. Per produrlo la famiglia Cazzola ha bisogno di portare in stalla foraggi sani e nutrienti, che produce nei suoi terreni aziendali. Una sfida non semplice, che è stata vinta grazie al supporto di Bayer, che fornisce sementi, agrofarmaci e strumenti digitali come Climate FieldView.

Un'azienda agricola che guarda al futuro

L'azienda agricola Cazzola di Salizzole (Verona) è nata negli anni '70 come piccola realtà di 12 ettari dedicata alla coltivazione di cereali e alla produzione di latte. Nel corso degli anni si sono aggiunti i lavori in contoterzi, un investimento nel biogas e l'ampliamento della stalla. Oggi l'azienda conta 1.600 ettari coltivati a cereali, una stalla con 250 vacche in lattazione e tre impianti di biogas.

Una crescita resa possibile dalla volontà di puntare all'eccellenza, producendo un formaggio apprezzato anche all'estero, denominato L'Opera. Un prodotto realizzato esclusivamente con il latte proveniente dalla stalla di famiglia, tracciabile al 100%.

Per arrivare all'eccellenza nel caseificio non si può che partire da un latte di altissima qualità, che si può ottenere solo se i foraggi sono all'altezza. Per perseguire il concetto di qualità lungo tutta la filiera la famiglia Cazzola si è affidata a Bayer, che ha messo a disposizione l'assistenza tecnica, i suoi ibridi di mais a marchio Dekalb, gli agrofarmaci per la difesa e le soluzioni di digital farming di Climate FieldView.

“Scegliendo Bayer abbiamo sempre avuto vicino le persone giuste che hanno portato in azienda prodotti di qualità e innovativi”, sottolinea Paolo Cazzola, seconda generazione al lavoro in campo, intervistato dallo youtuber Agri957, che ha realizzato tre video dedicati proprio alle attività dell'azienda.


Prima puntata

Semina e diserbo del mais, scegli chi ti segue sempre

L'azienda Cazzola si affida completamente alle soluzioni Bayer per la coltura del mais. La genetica Dekalb permette di avere l'ibrido giusto da seminare a seconda della tipologia del terreno, ma anche dell'epoca di semina, che viene eseguita con seminatrici di precisione, in grado di rispettare al centimetro profondità e spaziature.

“Per il diserbo di pre-emergenza e post-precoce ci affidiamo ad Adengo Xtra e siamo molto soddisfatti sia per l'efficacia che per la selettività. Inoltre il fatto che sia concentrato permette di avere poche confezioni da smaltire”, sottolinea Paolo.

In azienda si utilizzano trince dotate di sensori di carico e Nir, che permettono di mappare la produzione sia a livello quantitativo che qualitativo. I dati vengono gestiti dalla piattaforma Climate FieldView che permette a Paolo, supportato dai tecnici Bayer, di pianificare le semine e le concimazioni per l'anno successivo.
Titolo L'eccellenza ha bisogno di solide basi
Categoria Approfondimenti
Pubblicato