Cerca
Cerca

Ascra Xpro è l’innovativa soluzione fungicida che unisce all’elevata e persistente efficacia, un’azione benefica della vigoria.
Una grande novità che è determinata da più fattori, tra cui un effetto positivo sulla radicazione, in grado di migliorare l’assorbimento di acqua e nutrienti, riducendo gli stress e mantenendo la pianta più verde e più a lungo, per una produzione migliorata in termini di quantità e qualità!

Colture autorizzate
Cereali
Apri
Chiudi
Avena
Orzo
Spelta
Triticale
Frumento
Segale

Parola d'esperto - Che cos'è Ascra Xpro?

Insuperabile efficacia e persistenza su Septoria e sulle altre malattie fogliari

Promuove la radicazione, l’assorbimento dei nutrienti e l’efficienza idrica dell’intera pianta 

Migliora la resa quali-quantitativa grazie all’effetto positivo sullo stato fisiologico

Previene l'insorgenza di resistenze

Autorizzato su grano tenero e duro, orzo, avena, segale, spelta e triticale

Massime prestazioni dalla tecnologia Xpro

Ascra Xpro è stato studiato e formulato per avere la massima adesione sulle foglie dei cereali.

La sua formulazione altamente innovativa permette inoltre una redistribuzione delle gocce su un’area maggiore rispetto alle formulazioni di riferimento, per un assorbimento ultra-rapido, che assicura l’efficacia anche in trattamenti a ridosso di eventi piovosi.

Una grande innovazione per la cerealicoltura

Ascra Xpro è la prima formulazione ad introdurre il fluopyram su grano, una molecola in grado di aumentare tempestività di azione e curatività, oltre a promuovere la radicazione, andando a migliorare diversi aspetti fisiologici, i quali concorrono a dare una migliore produzione anche in assenza di malattia:

Aumento della quantità di terreno esplorata dalle radici
Maggiore efficienza idrica
Maggior vigore, potenziale fotosintetico e ritardo nella senescenza

Avversità, Dosi, Carenza

Come e quando si usa

Per il controllo delle malattie fogliari, Ascra Xpro può essere utilizzato in un'ampia finestra d'impiego, da inizio levata fino alla fase di botticella, alla dose di 1,2 - 1,5 l/ha.

Domande frequenti

Qual è il miglior momento per applicare Ascra Xpro?

Ascra Xpro può essere applicato durante tutta la fase di levata, lasciando al cerealicoltore la scelta di intervento che più si adatta alle sue esigenze. 

Se piove dopo l'applicazione di Ascra Xpro il trattamento è efficace?

L’assorbimento ultra-rapido di Ascra Xpro permette al trattamento di essere efficace anche in seguito a piogge che intercorrono solo 1 ora dopo il trattamento, determinandone un’ottima assicurazione sull’investimento.

Se l’annata si presenta a bassa pressione di malattia, conviene comunque fare il trattamento con Ascra Xpro?

Ascra Xpro permette un effetto migliorativo sullo stato fisiologico della coltura tale per cui anche in assenza o bassa presenza della malattia si ottiene un miglioramento delle performance che si traduce poi in una maggiore resa finale. 

Ascra Xpro possiede attività curativa?

Sebbene sia sempre consigliato agire in maniera preventiva nei confronti delle patologie fungine, nel caso di attacchi precoci Ascra Xpro ha dimostrato di possedere una significativa capacità curativa, in grado di bloccare e devitalizzare il patogeno, proteggendo le foglie da ulteriori danneggiamenti.

In che modo Ascra Xpro aiuta a mantenere sotto controllo il problema delle resistenze?

Ascra Xpro possiede un doppio meccanismo d’azione, grazie alle due famiglie chimiche che compongono i suoi principi attivi: i triazoli (che agiscono sulle membrane del fungo) e gli SDHI (agenti invece sulla catena di respirazione).

I 2 SDHI presenti (bixafen e fluopyram) hanno molecole con struttura molto flessibile, ma differente, in grado di ruotare ed adattarsi alle più comuni mutazioni di Septoria e delle altre patologie fungine.

Bixafen e fluopyram agiscono infatti in modo complementare, risultando insieme efficaci nel controllo delle mutazioni resistenti ad un singolo SDHI, come dimostrato dalle analisi di laboratorio. 

Specifiche

Scheda tecnica Compatibilità Avvertenze
N° e Data Registrazione 17270 del 27/06/2019
Categoria Fungicidi
Principio attivo BIXAFEN PURO 6,4% (65 g/l)
FLUOPYRAM PURO 6,4% (65 g/l)
PROTIOCONAZOLO PURO 12,7% (130 g/l)
Classificazione PERICOLO
Formulazione CONCENTRATO EMULSIONABILE
Per le indicazioni di pericolo, i consigli di prudenza e le prescrizioni supplementari, si rimanda all'etichetta.
Formati e imballaggi
Formati disponibili 1L - 5L
Imballaggi 12 x 1L - 4 x 5L

Si consiglia di verificare preventivamente la compatibilità del prodotto in miscela: si raccomanda di eseguire saggi preliminari su piccole superfici per valutare l'eventuale sensibilità varietale. 
In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

In caso di stress idrico, in particolare in caso di emergenze stentate e/o in condizioni di suolo arido, evitare di trattare le colture interessate. Non applicare in caso di umidità inferiore al 60% e temperature superiori a 25°C.